In che modo Open edX 2016 mi ha lasciato nuove idee, connessioni più profonde e approcci efficaci alle nostre sfide di apprendimento online

Mark Haseltine, CTO di edX, e Anant Agarwal, CEO di edX, fuori alla Lathrop Library di Stanford per Open edX 2016, sorridenti

Mark Haseltine (CTO di edX) e Anant Agarwal (CEO di edX)

Se ti sei perso la conferenza Open edX di quest'anno, te la sei persa. È stato fantastico e spero che tu possa partecipare al prossimo a Madrid (maggio 2017). Se vuoi aggiornarti su quello che è successo, le foto sono ora disponibili per la visualizzazione e il download tramite Flickr. Ogni discorso è stato registrato anche dalla Stanford University e sono disponibili per la visione sul Apri il canale YouTube edX.

Sono un produttore di video per edX.org, quindi sono stato entusiasta e sorpreso di scoprire che mi sarei recato a Stanford per questa conferenza. Nel mio lavoro quotidiano in edX, raramente passo il tempo a concentrarmi su Open edX. Per me, questa conferenza ha contribuito a far luce sull'incredibile comunità di Open edX e sui molti elementi di edX che si interfacciano con quella comunità. Avendolo ora sperimentato, sono stupito che tutte queste parti mobili funzionino così bene insieme.

Divulgazione completa: non ho esperienza in informatica. Sono un produttore di video. Quando penso a Django, penso a Quentin Tarantino. La programmazione è in televisione. Python è un tipo di serpente e un OpenStack è una pila non protetta di schede SD. (Cordiali saluti, le schede SD sono schede "Secure Digital". Registriamo video e audio su queste schede e non è bello scrivere su supporti di cui non è stato ancora eseguito il backup, quindi OpenStacks mi fa palpitare il cuore.) Quindi sì, Ovviamente mi manca una comprensione di base dei meccanismi alla base di edX.

Come membro della divisione Education Services di edX, è stato fantastico per me trascorrere del tempo con le divisioni Engineering e Product di edX per scoprire quanto sia profondo il Rabbit Hole. (Risposta: davvero profondo. Continua così. Non troverai davvero un punto finale, forse solo un biglietto JIRA.) Ci sono state molte battute casuali lanciate a cena che non mi sono passate per la testa, loro schivato il mio pianeta di un anno luce o due. E va bene. Questa era la mia aspettativa all'inizio di questa conferenza.

Campus di Stanford, che mostra un edificio e una passerella con archi sullo sfondo e la scultura dei Borghesi di Calais di Rodin in primo piano

Molte grazie a Università di Stanford ed Stanford VPTL per aver ospitato questo evento.

Tuttavia, c'è stata una rivelazione significativa e inaspettata. Ora mi rendo conto che abbiamo tutti una cosa importante in comune – la passione – o, più specificamente, la passione per un'esperienza di apprendimento e insegnamento online esemplare usando edX e Open edX. La mia passione si concentra sul contenuto del corso (poiché facilito la creazione del contenuto del corso), mentre la passione di Prodotto/Ingegneria è sulla piattaforma e sull'architettura sottostante. È stato bello vedere che siamo tutti fissati sullo stesso obiettivo, solo da due direzioni completamente diverse. Nel complesso, ho trovato divertente ma umiliante essere in presenza di così tante persone intelligenti e con la stessa mentalità. Mi sento decisamente più intrecciato con l'etica di edX che mai.

Tuttavia, quella non è stata la parte migliore della mia esperienza, non da lontano. La mia più grande gioia è stata incontrare alcune delle persone che abitano l'universo di Open edX. Open edX è come edX Unlimited. (Indica la musica IMAX.) Edx.org ha dei limiti per quanto riguarda il contenuto offerto, mentre Open edX no. Immagina un corso... qualsiasi corso su qualsiasi argomento... e qualcuno da qualche parte probabilmente sta lavorando su Open edX per crearlo.

Ci sono molti ecosistemi diversi che sono già stati creati sulla piattaforma Open edX e sono semplicemente sbalordito dalla varietà di offerte. DIVERTIMENTO, Stanford Online, ESO... Potrei continuare all'infinito. Ho anche appreso che ci sono molte esigenze comuni tra edX.org e la comunità Open edX, sia in termini di contenuto che in termini di modifiche/miglioramenti della piattaforma. C'è anche molta sinergia.

Essendo un professionista del video, ho deciso di tenere un tutorial Open edX sulla produzione video e di condurre una sessione "Birds of a Feather". Entrambe le sessioni hanno avuto una buona partecipazione, anche se erano completamente diverse l'una dall'altra, e posso dire con gioia che c'era lo 0% di discorsi di programmazione (peh). Tuttavia, entrambe le sessioni hanno rafforzato la mia convinzione che i partner edX e i partner Open edX abbiano esigenze comuni quando si tratta di pensare ai video.

Da quando ho partecipato alla conferenza Open edX, ho continuato a essere in contatto con alcune delle persone che ho incontrato lì. È bello vedere che le comunicazioni tra edX e la comunità Open edX sono estremamente fluide. Apri edX il suo team Slack che viene costantemente utilizzato per eseguire il debug di problemi, condividere informazioni o coinvolgere la comunità per risolvere problemi. (Ora ho un sottocanale #video e ci sono già stati alcuni post relativi alla programmazione.)

Quindi ecco il mio impegno. Se partecipo all'Open edX 2017 a Madrid, prometto di condurre un Video Hackathon. Amo lo spirito di ciò che rappresenta un Hackathon e mi piacerebbe provare un Video Hackathon. Il Video Hackathon sarebbe strutturato come un progetto cinematografico di 24 ore con un prodotto finale da mostrare alle presentazioni di Hackathon.

In totale, la conferenza Open edX è stata una delle migliori esperienze che ho avuto da quando sono entrato in edX quasi quattro anni fa. Non vedo l'ora di vedere quale sarà il futuro di Open edX. Sospetto che sarà "tutto".

Foto di gruppo dei partecipanti all'Hackathon di Open edX 2016

Foto di gruppo dei partecipanti all'Hackathon di Open edX 2016.

Caricamento in corso